La Conferenza Stato Regioni ha raggiunto lo scorso novembre l’intesa sulla ripartizione del Fondo Nazionale per le Politiche relative ai Diritti e alle Pari Opportunità, attesissimo dalle Regioni per i trasferimenti alle strutture antiviolenza da loro accreditate, a titolo di finanziamento delle attività oltre che delle strutture. Il Fondo, istituito con la legge 93/2013, con cui l’Italia ratificò la Convenzione di Istanbul 2011, vede una ripartizione annuale tra le Regioni che quest’anno assegna al Veneto 2,3 milioni di euro.

Complessivamente il fondo assegna per il 2019 l’importo di 30 milioni, il 30 per cento in più rispetto al 2018, e nello specifico la ripartizione assegna 20 milioni alle strutture – centri antiviolenza e case rifugio – e altri 10 agli interventi operativi previsti dal Piano strategico nazionale 2017-2020.

Le Regioni destinatarie di maggiori risorse (in base alla presenza delle strutture accreditate sul loro territorio) sono, in ordine: la Lombardia (4,2 milioni), la Campania (3,1 mln), l’Emilia Romagna (3 mln). La Regione Veneto risulta al quinto posto in questa classifica con 2,3 milioni circa, preceduta dalla Sicilia (2,8).

fonte: sito della Consigliera di Parità della Città Metropolitana di Venezia

 

per saperne di più