Da questo punto di vista le regole sembrano essere poche e chiare: proteine a pranzo e carboidrati la sera, mai saltare la colazione né il pranzo e alla sera una cena leggera ma poco alcol, per dormire meglio.

Saltare i pasti o mangiare male influisce infatti su memoria, concentrazione e riflessi, indispensabili per dare il meglio di sé sul lavoro.

Una carenza di zuccheri nel sangue, inoltre, rende più tesi, aggressivi e irritabili. E bassi livelli di ferro possono portare a debolezza e mancanza di coordinamento.

La parola chiave è pertanto mangiare bene e con regolarità.

Fonte: Humanitas Gavazzeni

.

per saperne di più clicca qui